[riorganizzazione aziendale : vendere di più è davvero la soluzione alla crisi?]Per moltissime attività  produttive in Italia c’è crisi…e molte stanno pensando a una riorganizzazione aziendale per poter restare sul mercato.

I fattori scatenanti di questa crisi possono essere molteplici : tasse, concorrenza, banche che non concedono prestiti..un marketing che non è stato al passo col mercato…

Una cosa è certa : o si trova una soluzione che permette di tornare competitivi e che permette di aumentare le vendite oppure si è fuori dal mercato.

I costi da sostenere sono talmente elevati che, se non si vende abbastanza, si resta senza liquidità .

Sଠperchè il fatturato porta (teoricamente) liquidità  alla tua attività   e la liquidità  per qualsiasi azienda è preziosa come l’ossigeno.

Solitamente l’errore che si commette quando “si è a corto di ossigeno” è questo :

Andare in reazione al problema e buttarsi a testa bassa per vendere : ecco allora che l’impiegato che ha tempi morti viene messo a fare telemarketing, si prendono venditori (plurimandatari) da mandare ai clienti…

Questo tipo di strategia ha una serie di problemi di fondo, tra i quali :

E ti dico questo avendo in testa un concetto semplice e chiaro : se vuoi restare sul mercato devi anche aumentare le tue vendite (sia in termini di volumi che di marginalità â€¦ossia aumentare il fatturato e il guadagno che queste ti portano!)

L’obiettivo di qualsiasi azienda è fare utile – punto –

 

Per fare utile e rimanere sul mercato puoi agire su due leve fondamentali :

Cosa fare allora?

 

reduce-boost-graph

La leva immediata che hai a disposizione per tornare ad essere competitivo e per avere risultati sul breve periodo è TAGLIARE TUTTI GLI SPRECHI che in questo momento stanno appesantendo la tua aienda.

Uno spreco a tutti gli effetti è un COSTO ELIMINABILE che stai sostenendo che grava sulla tua liquidità  a breve termine (ogni mese paghi per questo spreco) e che grava anche sul prezzo di vendita del tuo prodotto.

La maggior parte di questi sprechi si trova IN PRODUZIONE e sopratttutto sul tuo MAGAZZINO.

Se non lo hai ancora scaricato qui trovi il report GRATUITO e due strumenti Excel dove ti guido con una procedura passo passo per individuare questi sprechi!

 

Perchè tagliare gli sprechi?

 

Gli sprechi sono una serie di costi stai sostenendo e che da una parte ti rubano liquidità , dall’altra vanno a gonfiare il prezzo di vendita del tuo prodotto.

Un esempio di spreco sono proprio le giacenze a magazzino.

Proprio l’ultimo punto è il peggiore. Hai ipegnato soldi per comprare i materiali necessari, hai pagato corrente elettrica, personale, macchinari, attrezzature…per produrre beni che PENSAVi potessero essere acquistati dal mercato.

Per produrre quel materiale hai letteralmente bruciato della preziosa liquidità .

Come puoi avere dei benefici nel breve termine?

 

Cross

Inizia facendo un’analisi ABC o di Pareto sulle tue giacenze. Dovresti notare che pochi articoli (in teoria circa il 20%) ti crea l’80% delle giacenze a magazzino.

Per fare questa analisi scegli un periodo di riferimento (primo semestre del 2015, tutto il 2014…) e vedi quali sono gli articoli che hai prodotto di più.

Calcola la copertura che hai per ogni articolo.

Fai la stessa cosa con i consumi e suddividili sempre secondo il principio di Pareto.

Ora incrocia questi dati e avrai una fotografia di cosa produrre di più, cosa produrre meno e di cosa ti puoi liberare (non è detto che tu debba buttarlo o rottamarlo, lo puoi anche vendere!).

Trovi la procedura completa nel report gratuito come eliminare gli sprechi in azienda.

Con questa procedura avrai un sistema che ti permetterà  di individuare facilmente dove puoi fare grandi miglioramenti che ti permetteranno nel breve periodo di tagliare sprechi.

Ma non solo perchè ti permetterà  anche di iniziare a bilanciare la produzione per produrre solo ciò che è necessario.

Inizia a eliminare gli sprechi e noterai un netto miglioramento della tua liquidità , ma anche un netto miglioramento del processo produttivo!

A presto!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per ulteriori informazioni leggi politica sui cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi