[Il paradosso dell’ efficienza produttiva : sfruttare di più le risorse diminuisce o aumenta i tempi di consegna?]

Se sei un responsabile di produzione o un direttore di stabilimento, sicuramente lotti tutti i giorni per consegnare puntuale ai Clienti.

Probabilmente avrai il tuo capo (o il Cliente) con il fiato sul collo che ti chiede continuamente a che punto sono le consegne…magari facendoti pressione su quell’ordine particolare che doveva essere pronto “per ieri”.

Vista la tua responsabilità  sicuramente stai attento anche ad usare le risorse nel miglior modo possibile.

Più riesci a “far pedalare” le tue risorse e teoricamente più i tuoi costi diminuiscono. Oltre a questo più “corrono” e prima si consegnano i prodotti.

Questo tipo di logica non è detto però che funzioni sempre.

Se immaginiamo per un attimo il processo come una catena, la forza della catena è data dalla resistenza dell’anello più debole.

L’anello più debole, in un processo produttivo, potrebbe essere l’impianto più lento, quello che viene comunemente chiamato “collo di bottiglia”.

 ridurre-i-costi-e-i-tempi-di-produzione

Nella figura qui sopra si vede come l’anello n°3 è il collo di bottiglia, quello che detta il “tempo” al processo.

Finchè c’è un processo (lineare come quello in figura) i problemi sono limitati.

Cosa succede tuttavia se quell’anello n°3 mi serve due o più lavorazioni?

 

ridurre i tempi di produzione

 

Succede che il terzo anello (qui sopra riportato come C) strozzerà  il processo produttivo. L’effetto sarà  appunto quello di avere un sacco di semilavorati in attesa di lavorazione a monte del collo di bottiglia ed impianti scarichi a valle del collo di bottiglia.

Fino a qui tutto semplice, almeno da un punto di vista teorico.

Quello che succede tuttavia nella quotidianità  è ben diverso dalla teoria.

Devi saturare le risorse (impianti e macchinari) perchè altrimenti lievitano i costi, in più devi essere puntuale con le consegne.

Ecco perciò che cerchi di saturare le linee affinchè possano produrre quanto più possibile. Più le sfrutti e più si abbassano i costi per unità  di prodotto.

Purtroppo però in questo caso le linee si riempiono di prodotti da lavorare, gli impianti colli di bottiglia vanno in sofferenza e rallentano la produzione.

Proprio questo voler ottimizzare le risorse paradossalmente allunga ulteriormente i tempi di consegna, riempie i magazzini ed intasa le linee con dei semilavorati che occupano solo spazio e creano caos : persone che portano in giro i materiali, bancali con semilavorati sparsi ovunque, persone che girano per lo stabilimento in cerca di qualcosa…

Come fare allora per uscire
dalla trappola dell’efficienza produttiva?

Il primo passo è contro intuitivo.

Bisogna abbandonare l’idea di dover saturare le risorse. Bada bene che non sto dicendo di lasciare le persone o i macchinari scarichi. Le persone possono essere impiegate per fare altre attività  a valore aggiunto (manutenzioni preventive, controlli…) .

L’idea è quella di non avere il terrore di usar poco un impianto o di lasciare la persona senza far niente.

In questo caso sଠl’efficienza si abbassa MA il caos in produzione diminuisce.

Il secondo passaggio è quello di individuare i colli di bottiglia. Dove rallenta il tuo processo produttivo? Quali sono gli impianti che rallentano la produzione?

Il terzo passo è quello di lavorare sui set-up degli impianti collo di bottiglia. Riducendo il tempo di attrezzaggio, aumenta la flessibilità  dell’impianto e hai la possibilità  di passare più velocemente da un formato all’altro.

Il quarto passo è quello di lavorare sul collo di bottiglia in modo da renderlo più performante.

Seguendo questi 4 passi non solo ridurrai i tuoi tempi di consegna, ma riuscirai anche a ridurre sensibilmente i tuoi costi di produzione.

Ti serve una risorsa gratuita per ridurre i tempi di consegna ed i costi di produzione?

Scarica gratuitamente il report e i due fogli excel che ti aiuteranno in questo.

Se hai delle domande o delle curiosità  scrivi qui sotto, ti risponderò appena possibile.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per ulteriori informazioni leggi politica sui cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi